lunedì , 11 dicembre 2017
Ultimi articoli
Home » Notizie » Signore e signori: Il divertentismo degli Scket de babool

Signore e signori: Il divertentismo degli Scket de babool

In cerca di qualche riferimento musicale chiedo a Michele, uno dei fondatori del gruppo, se mi può passare l’accostamento con gli Elio e le storie tese. Storce la bocca. Fortunatamente quando incontri persone, come loro, che fanno musica per puro e semplice piacere, senza menarsela troppo, non è difficile ritrovare subito la sintonia, così mi offre una descrizione più calzante.

 

Lo stile musicale che più ci rappresenta è il “blues- dialect”. Ascoltandoci ci si accorge che in effetti non è facile collocarci precisamente. La nostra musica è  fatta di aneddoti , storie urbane, fatta di personaggi locali ma anche di rivisitazioni di brani famosi rigorosamente in lingua dialettale.

 

Hanno un modo di creare i loro pezzi tutto particolare: non in uno studio di registrazione ma in teatro. Viene naturale chiedersi se abbiano scelto di proposito certe soluzioni volutamente o se è stato un processo del tutto spontaneo.

 

Veniamo dalla tradizione teatrale, ognuno con le sue competenze, c’è chi recita, chi dirige, chi scrive e chi si occupa delle scenografie ecc…l’amicizia ci tiene uniti e il teatro ci permette di giocare. Ed è proprio per gioco che abbiamo iniziato a fare musica, facevamo delle jam session a tema libero per riscaldarci prima delle prove, oppure come intervallo creativo, poi, piano piano, ci abbiamo preso gusto. Infatti la maggior parte dei nostri brani (come quello che potrete ascoltare sul nostro sito, nda) sono all’insegna dell’improvvisazione teatrale.

 

Piccolo particolare che avevo tralasciato, hanno scelto come cd d’esordio un greatest hits. Se non è libertà questa…

 

Questo cd è già un greatest hits per noi. Tra le centinaia di pezzi improvvisati abbiamo approfondito quelli che più ci divertivano. In fondo chi l’ha deciso che è il mercato o il pubblico a decidere quali sono o non sono i pezzi migliori? I brani vanno dal 1999 al 2003 proprio a testimonianza del fatto che ci siamo presi tutta la calma possibile, non forzando mai una volta la mano. Quando ci ritrovavamo in uno stato di “divertentismo” ci mettevamo all’opera.

 

Divertentismo?

 

E’ la nostra filosofia di vita, anzi di sopravvivenza alla vita. Ognuno di noi ha i suoi impegni: il lavoro, gli studi, la famiglia e tutte le altre rogne non richieste, ma quando vogliamo staccare, ecco il divertentismo.

 

Domanda da artista. Per voi viene prima la forma testo o la musica?

 

Vanno di pari passo, come ci viene. Senza filtro, questo approccio ci aiuta ad affrontare i temi che ci stanno più a cuore nel modo che ci viene più naturale, senza autocensure. Ad esempio, per il pezzo “Blues foggiano” ho usato un basso monocorda.

 

Scelta artistica?

 

Al momento avevamo solo quello. In quel pezzo io volevo fare la batteria ma me l’avevano già soffiata. Col senno di poi, però, il basso a una corda si è rivelato ottimo per sottolineare la monotonia della gente che si lamenta come hobby, senza avere mai un atteggiamento propositivo. E L’abbiamo lasciato nella sua versione originale.

 

Con la diffusione delle nuove tecnologie a basso costo chiunque può realizzare video o musica. In una società in cui tutti sono artisti, non lo è più nessuno.

 

Siamo d’accordo. Non vogliamo diventare nessuno. Non abbiamo il profitto come meta. Ormai quasi tutto, in campo artistico, ma anche sportivo ad esempio, prende avvio azionato dalla ricerca del profitto, me per noi è diverso. E’ il divertentismo la nostra molla.

 

A questo punto, non rimane che ascoltare il singolo di anteprima degli Scket de babool, ai quali auguriamo buona fortuna e che salutiamo con S.J. Lec:

“Ssst! Ssst, giullare! Abbottona la casacca, si vede la pelle nuda del filosofo!”

 

scarica qui il brano  (pulsante destro sul link – salva oggetto con nome)

Leggi anche

Contest per disegnatori su sceneggiature di Marco Rincione

CONTEST  SHOWER SHOW – Novembre 2016 Il contest per disegnatori Shower Show è nato da …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi