sabato , 21 ottobre 2017
Ultimi articoli
Home » headline » Salto di un uomo dalla stratosfera. Ecco Red Bull Stratos

Salto di un uomo dalla stratosfera. Ecco Red Bull Stratos

Red Bull Stratos: il lancio finale l’8 ottobre

Inizia il countdown della missione ai confini dello spazio: Felix Baumgartner sarà il primo uomo nella storia ad infrangere il muro del suono a corpo libero


E’ iniziato il conto alla rovescia dello storico lancio dai confini dello spazio dell’austriaco Felix Baumgartner, dopo che il Direttore Tecnico del progetto Red Bull Stratos, Art Thompson, ha annunciato che la capsula, danneggiata nell’ultimo lancio test dello scorso luglio, ha superato i test di prova per la missione.

 

La data del salto che compirà Felix – da un’altitudine di 36.576 metri – è stata fissata l’8 ottobre, ponendo così fine ad un periodo di incertezza per il team e di attesa per lo stesso Baumgartner. L’atleta austriaco, conosciuto per le sue imprese ai limiti del possibile, dopo aver subito dei ritardi a causa delle operazioni di messa a punto della capsula, sta ora assaporando il countdown che lo porterà al giorno in cui tenterà di diventare la prima persona ad infrangere la barriera del suono in caduta libera e di stabilire quattro record mondiali.

«Mi sento come una tigre in gabbia, che aspetta soltanto di uscire» ha dichiarato il 43enne austriaco, uno dei più famosi B.A.S.E. jumper e atleti estremi del mondo, che nel 2003 fu la prima persona a sorvolare la Manica in caduta libera con l’ausilio di ali in carbonio. Baumgartner e il team Red Bull Stratos si sono preparati per anni con l’obiettivo di infrangere il record del salto da maggior altitudine, stabilito 52 anni fa.

 

A luglio, dopo il test finale di lancio compiuto da un’altezza di 29.610 metri, la capsula – poco più pesante di un Maggiolino Volkswagen con i suoi 1.315 chili – si era danneggiata a causa di un brusco atterraggio. Durante questa prova, Baumgartner, raggiunse in caduta libera la velocità di 864 km/h, la stessa di un aereo di linea. L’austriaco atterrò poco distante dalla capsula, sempre nel deserto del New Mexico.

La capsula riparata è stata sottoposta – il 24 settembre – al test di resistenza nella camera ipobarica della base di Brooks City presso San Antonio, Texas, dove sono state riproposte le stesse condizioni che ritroverà nella stratosfera. Dopo aver superato con successo tutti i test, è stata riportata a Roswell.

Uno degli obiettivi principali del progetto Red Bull Stratos è quello di raccogliere dati scientificamente utili per migliorare la sicurezza dei viaggi spaziali. Inoltre, il salto ha l’obiettivo di conquistare 4 record: la velocità più alta in caduta libera, il salto da più elevata altitudine, il volo più alto di un pallone aerostatico con equipaggio e la caduta libera più lunga.

Thompson è cautamente ottimista sul giorno scelto per il lancio – l’8 ottobre – ben sapendo che sono necessarie condizioni metereologiche perfette per il decollo del delicato pallone di elio di 850.000 metri cubi, considerando che è composto da una plastica di un decimo dello spessore di un sacchetto da freezer. Il meteorologo della missione Don Day ha confermato: «L’inizio dell’autunno nel New Mexico è il periodo ideale per il lancio di palloni stratosferici».

Red Bull Stratos, nata da un`idea di Red Bull e di Felix Baumgartner, è una missione ai confini dello Spazio, che proverà ad infrangere record che hanno resistito per oltre cinquant`anni. Con il supporto di un team di esperti, Felix Baumgartner intraprenderà con il suo pallone aerostatico un viaggio verso la stratosfera, ad oltre 36.576 metri, per poi lanciarsi in una caduta libera da record che lo porterà ad essere il primo uomo ad infrangere la barriera del suono (circa 1110 km/h) e allo stesso tempo a raccogliere dati preziosi per la medicina e per il progresso scientifico.

Leggi anche

Pasquetta con chi vuoi – La guida

Questo pezzo è contenuto nel libro I cuochi TV sono puttane di Adelmo Monachese, edito …

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi