mercoledì , 13 dicembre 2017
Ultimi articoli
Home » Cose che non fanno ridere » Quanti cazzi nella parola sticazzi?

Quanti cazzi nella parola sticazzi?

Ho preso in prestito il verso di un componimento di Fabrizio Tarducci per intitolare quest’articolo, tenendo compresso il mio timore per i rischi che corriamo a sentire ogni giorno una marea di fesserie senza capire di chi ci dovrebbe veramente importare e di cosa fare a meno. Di quante cose mi dovrei occupare, preoccupare, appassionare e quanti sticazzi ho a disposizione ogni giorno? Alcuni esempi (in piedi): la morte del polpo Paul. Ok dici, questa è facile, questa è sticazzi al 100%. Invece no, perché invece succede che ora esce un film intitolato “Uccidete il polpo Paul” che promette di far luce sul mondo delle scommesse clandestine ai mondiali di calcio; allora pensi che anche questa è una vicenda a cui fare attenzione, specie se ti sei sputtanato i soldi per la vacanza con una scommessa sbagliata. Il film sostiene anche che il polpo sia stato sostituito furtivamente durante i mondiali perché il primo esemplare fosse morto. Non so che fina abbia fatto Paul, ma posso dirvi che ieri mi sono preparato un’insalata di mare e d’un tratto i tentacoli marinati si sono mossi da soli verso la forchetta, preferendola a coltello e cucchiaio. Andiamo avanti (seduti): Sanremo. Avevano annunciato di voler cantare “Bella ciao”, poi qualcuno ha suggerito di cantare anche “Giovinezza” e allora capisci che Morandi è stato chiamato apposta. Provate a scrivere su google “Gianni Morandi” e vedete qual’ è il primo suggerimento che il motore di ricerca vi segnala, così capite che Morandi ha dimestichezza con certa roba. Poi il Cda Rai ha deciso di non far eseguire nessuna delle due, allora sticazzi e vai avanti, e che ci trovi? La Chiesa che rende noto di aver rivalutato i Beatles e che assicura che Homer Simpson sia cristiano. Nel caso dei Beatles sticazzi sicuro perché non credo sia giusto che una fede religiosa debba giudicarne un’altra. Nel caso di Homer mi viene da essere più indulgente (gratis), è vero che ci sono problemi ben più gravi che la Chiesa dovrebbe affrontare invece d’interrogarsi su Homer Simpson, ma creare consensi grazie a personaggi di fantasia è da sempre l’attività che gli riesce meglio. Oltre a ostacolare la satira.
Poi c’è quello che si merita più sticazzi di tutti. Ogni giorno una nuova. Questa neo 18enne, l’avete vista? Perché tutti i neo 18enni che vedo io in giro sono colture intensive di brufoli alimentati a peluria e sudore e questa sembra una matrona da bordello dei film western? Immagino il momento della presentazione:
S.B.: “Ciao piccola marocchina, come ti chiami?”
Lei:”Ruby”,
S.B.: “E’ una domanda?”
Va al salone della moto e parla dell’industria motociclistica? No, e nemmeno dell’emergenza rifiuti, degli albergatori che, non essendo stati pagati, hanno sospeso i servizi di  pulizia, cambio biancheria e ristorazione agli sfollati aquilani, non parla delle borse di studio ridotte del 90% né di quando aveva promesso che avrebbe sconfitto il cancro. Si sarà arreso quando i ricercatori americani del “Johns Hopkins Kimmel Cancer Center di Baltimora” hanno osservato che il sesso orale aumenta la possibilità di prendere in cancro? No, aspetta il momento giusto per rivelare che il bunga bunga è solo un test clinico gratuito.

Adelmo Monachese

Leggi anche

Pasquetta con chi vuoi – La guida

Questo pezzo è contenuto nel libro I cuochi TV sono puttane di Adelmo Monachese, edito …

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi