domenica , 19 novembre 2017
Ultimi articoli
Home » Cose che non fanno ridere » Non visualizzi il Doodle di oggi? Sei una brutta persona!

Non visualizzi il Doodle di oggi? Sei una brutta persona!

Google ha incrociato i dati in suo possesso per escludere i “cattivi” del web

fakedoodle

I creativi di Google ci sorprendono sempre quando si tratta di creare un Doodle commemorativo: elementi grafici, giochi interattivi o vere e proprie storie animate, ma questa volta il gioco, però, è a dir poco provocatorio. E, come ogni volta che Google decide di regalarci un Doodle, è tutto un susseguirsi di commenti e condivisioni sui social, sarà così anche questa volta? Ce lo chiediamo perchè in questo caso si tratta di una trovata insolita: i programmatori del motore di ricerca più cliccato del mondo hanno creato un algoritmo che divide in buoni e cattivi i siti su cui ognuno di noi accede tramite Google, affidandoci un punteggio e solo chi ha una buona media può vedere e interagire con il meraviglioso Doodle di oggi. Da Mountain View fanno sapere che nei prossimi giorni illustreranno i dettagli dell’esperimento e, soprattutto, quali sono stati i criteri di giudizio dei siti, ma qualcosa già è trapelato: tra i cattivi è andato chi frequenta siti ovviamente illegali, quelli che istigano all’odio razziale, quelli di spinta controinformazione spesso mendace(un occhiolino al governo USA), chi posta o condivide video di bullismo e chi cerca sesso a pagamento, si dice anche i siti di gossip. La maggiore curiosità che attanaglia tutti è: come sono stati giudicati i siti di materiale porno assolutamente legali? Buoni o cattivi? Qualcuno insinua che possano essere stati inseriti tra i cattivi in modo da far crollare, almeno per un giorno, le visualizzazioni dei colossi del porno on line (veri competitors di Google): tra i curiosi che vorranno vedere questo misterioso Doodle per cybernauti con la patente da bravi ragazzi molti “righeranno dritto” per almeno 24 ore. La maggiore perplessità, invece, su cui molti vorranno dei chiarimenti dai fondatori di Google Sergey Brin e Larry Page è: “Chi siete voi per giudicare tutti gli altri?” visto che questa trovata odora molto di violazione della privacy, soprattutto alla luce del loro recente scontro interno per dei comportamenti di Brin ritenuti da Page non in linea con la politica dell’azienda. Insomma, buoni e cattivi, male e bene, sono concetti molto soggettivi, e spesso la divisione non è così netta come può sembrare: siamo sicuri che se l’operazione fosse stata ideata e condotta dal leggendario fondatore dell’ azienda di sicurezza informatica che porta il suo nome, John McAfee, diventato ricchissimo e che ha deciso di dedicarsi allo studio di nuove droghe sintetiche che testa personalmente, circondato da donne e armi, i criteri di giudizio sarebbero stati diversi.

E voi siete pronti a giustificarvi con amici e parenti nel caso non visualizzaste il Doodle riservato alle brave persone?

Leggi anche

Pasquetta con chi vuoi – La guida

Questo pezzo è contenuto nel libro I cuochi TV sono puttane di Adelmo Monachese, edito …

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi