martedì , 12 dicembre 2017
Ultimi articoli
Home » Cose che non fanno ridere » FIFA: “Stop Qatar. I Mondiali 2022 andranno a Gomorra”

FIFA: “Stop Qatar. I Mondiali 2022 andranno a Gomorra”

di Adelmo Monachese

gomorra-2022

27/05/2015 – Non hanno fatto in tempo a farsi arrestare che i dirigenti FIFA si sono già messi a organizzare un torneo di calcetto tra detenuti, con alcuni risultati sospetti… Così, per rimanere in allenamento per il loro lavoro coi mondiali.

L’edizione 2018 è al sicuro grazie all’organizzazione della Russia che in questi casi è come il tecnico del computer: vi risolve tutti i problemi, non spiffera a nessuno la vostra cronologia, ma il patto è che non dovete chiedergli come fa, il pc si riavvia ma non dovete fare domande sulle espulsioni dei chip dissidenti. La federazione Russa ha deciso con quattro anni d’anticipo la sede del ritiro della nazionale: tutta l’Ucraina.

L’edizione prevista in Qatar nel 2022 sta facendo preoccupare e non per il caldo che potrebbe essere talmente insostenibile da riuscire a fare sudare anche Cassano. C’è il rischio che la rassegna sia stata assegnata tramite il pagamento di tangenti che il Qatar ha elargito alla commissione nel rispetto dei costumi occidentali. Joseph Blatter, il presidente della FIFA talmente vecchio che si dice fosse presente nel momento in cui fu inventato il gioco del calcio, si dice tranquillo con gli sponsor: “Le accuse di corruzione sono una questione di discriminazione e razzismo”, forse intendeva che preferivano essere pagati in dollari invece che in euro. Gérard Depardieu, che si è mangiato Michel Platini ed è diventato il presidente dell’UEFA, ha dichiarato guerra a Blatter dicendo che non lo sosterrà alla prossime elezioni, ma non è un caso se il vecchio Joseph è al quarto mandato nel calcio al comando del suo organo mondiale, infatti ha preparato un’inculata planetaria per i suoi detrattori: via dal Qatar, i mondiali 2022 saranno organizzati a Gomorra.

Come per Corea-Giappone 2002 e gli Europei di Ucraina-Polonia 2012 Blatter si è affidato ad una consorzio territoriale che offre ampie garanzie sotto tutti i punti di vista:

  • velocità di assegnazione degli appalti.
  • piani regolatori firmati in bianco come i puntini da unire della Settimana Enigmistica.
  • Per evitare le proteste per l’aumento dei prezzi dei biglietti dei mezzi pubblici come in Brasile sarà abolito totalmente il trasporto pubblico.
  • Più controllo del territorio e sinergia ad ogni livello perché quello che nella terra di Gomorra hanno e in Qatar no è il knowhow necessario per l’organizzazione di eventi simili.

Un vecchio spot con un campione del calcio diceva La potenza è nulla senza il controllo, rifacendosi a questa massima è scaturito lo slogan dei mondiali di Gomorra 2022: La corruzione è nulla senza l’intimidazione. Decisa la mascotte: la miniatura di Maradona dentro una conchiglia rosa.

Un interrogativo per ora resta: Genny vorrà accaparrarsi tutti gli appalti come fu per l’Interporto o Ciro vorrà come sempre dire la sua?

Estratto del libro “I cuochi TV sono puttane” di Adelmo Monachese (Rogas Edizioni, pp. 163, 13 euro)

 

Leggi anche

Pasquetta con chi vuoi – La guida

Questo pezzo è contenuto nel libro I cuochi TV sono puttane di Adelmo Monachese, edito …

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi