venerdì , 20 ottobre 2017
Ultimi articoli
Home » Cose che non fanno ridere » Dalla lettera di San Nicola ai baresi

Dalla lettera di San Nicola ai baresi

san-nicola

11 Maggio 2016

Oh, e allor!
Ieri sono stato tutto il giorno al telefono, mi hanno chiamato tutti. San Marco mi ha mandato una foto da una gondola con scritto “Saluti da Venezia, potevi essere tu!”. Sant’Ambrogio mi ha scritto “Vienitene a Milano, chè qua è pieno di baresi”.

Solo San Gennaro ha mandato uno snapchat:“Uà, sort e festacchion!”.

Mi son dovuto prendere tre aspirine per il mal di testa: sì, quelle che mi avete visto in mano durante la processione.

L’avita frnesc!
È una vita che, dove vado e vado, chi viene e viene, mi metto con calma a spiegare che: “Sì, è vero che i baresi sono venuti letteralmente a rubarmi da dove stavo, ma sono brave persone: generose, allegre, e genuini di cuore”. F’gurt!

“Sì, è vero che, alla fine, mi volevano per attirare commercio e crescere come città – un po’ come l’Expo – però poi si sono affezionati e, in mezzo a tanti difetti, in nome mio hanno fatto parecchie cose buone”.

E vu m’ facit tutt stu macidde?!
Io mo’ non è che voglio dire, ma voi state tutto l’anno a farvi le foto e i selfie davanti a mare. E io, una volta all’anno che posso andare in barca, devo stare pure a sentire che tira una brutta aria perché vi state ad appicciare per le fornacelle?

Che poi, ve la posso confessare una cosa? A me la carne arrostita mang m’piasce! Non ve la prendete a male, ma quando vedi un macellaio fare a pezzi dei bambini in una tinozza, anche se poi riesci a fare il miracolo di aggiustare tutto, un poco un poco la voglia ti passa!

Dico io, non vi potete mettere a vendere delle cose più leggere: che ne so, tipo i panini col tonno, i toast prosciutto e formaggio, i sandwich con la Nutella, una cosa più smart senza stare ogni volta ad affumicare tutto il Lungomare?

Ma voi lo sapete che sono anni che cerco di invitare a Bari Santa Lucia e Sant’Agnese a vedere gli spari e mi rispondono sempre di no?

Vabbè, togliete Santa Lucia che giustamente mi dice “sì ma io che vengo a fare?!” – e c’ha pure ragione – ma Agnese, per esempio, non viene mai per la puzza tra i capelli.

E pure San Francesco, a cui tengo assai, mi dice sempre:“Nicola, fratello caro, io vorrei tanto venire, ma conoscevo e parlavo con la metà delle povere bestie ad arrostire su quelle braci, non ce la faccio”. Posso dargli torto io?!

Però, diciamo che va bene, siccome anch’io voglio bene ai baresi e la mia festa è anche la vostra, allora chiudo un occhio e vado avanti: ballo, saluto, vengo allo stadio, e benedico e proteggo tutti.

Ma c’v mettit a fà a mazzat, tra voi e voi, davanti ai bambini, mentre stiamo a spendere decine di migliaia di euro per farvi divertire a vedere gli spari, e allora no! E allora non ne vale più la pena.
L’anno prossimo chiudo il sagrato della Basilica e faccio la festa solo su invito e voi vi attaccate al tram – anche se non so se il tram lo riescono a finire entro l’anno prossimo.

Uagnù, abbiamo fatto veramente una brutta figura.
Vi dovete dare un’addrizzata!
Un gruppo di pellegrini ci ha messo una stella sola su Tripadvisor, e vi ho detto tutto!

Una sola cosa, avast con sta storie della “mentalità levantina”. L’abusiv è abusiv, non è mentalità levantina. E il vizio di trattare, di arrivare al compromesso è un vizio, non è politica levantina.
V’ sit fissat con sta scus della mentalità levantina!

Ah, appost, mo’ mi è arrivata pure una catena da Sant’Antonio.
L’corn ca t’nit.

con affetto,
il vostro affezionato protettore

Nicola.

(Lettera raccolta da Fabio Fanelli)

Leggi anche

Pasquetta con chi vuoi – La guida

Questo pezzo è contenuto nel libro I cuochi TV sono puttane di Adelmo Monachese, edito …

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi