sabato , 21 ottobre 2017
Ultimi articoli
Home » Daunia Stupor Mundi

Daunia Stupor Mundi

Cinema, vino e territorio

L’associazione di promozione Sociale SPHAERA nell’ambito del progetto Daunia Stupor Mundi, finanziato dalla Regione Puglia- Bollenti Spiriti – Principi Attivi presenta una serata dedicata al Cinema, al vino ed al territorio con la proiezione del film “Un’ottima annata” di Ridley Scott, a cui seguirà una degustazione guidata di vini. L’evento si terrà Giovedì 10 giugno 2010 ore 19.45, a Foggia …

Leggi tutto

La Lucera araba di Federico II

Lo stato di città privilegiata fu perso con la conquista da parte dell’imperatore greco Costante III, che la distrusse del tutto; da allora Lucera rimase una semplice borgata vescovile per ben sei secoli fino alla venuta di Federico II. Correva l’anno 1223, in cui Federico II sconfisse i musulmani ribelli di Sicilia. Anziché giustiziarli, come era uso dell’epoca, l’imperatore svevo …

Leggi tutto

La rivolta sanseverese del 23 Marzo 1950

Il nostro è stato un popolo di persone semplici ma con la dignità di non mostrare il volto della rassegnazione. Un momento epico, ai più oggi sconosciuto, che si rifà a tale principio fu sicuramente la rivolta del 23 Marzo 1950 a San Severo. Prima di citare i fatti è opportuno contestualizzare l’accaduto. Si veniva fuori dalla II guerra mondiale …

Leggi tutto

LO STRAORDINARIO CASO DI DONATO MANDUZIO

Donato Manduzio nasce a San Nicandro Garganico nel 1885 da una modesta famiglia di braccianti. A causa della sua situazione economica non poté dedicarsi agli studi imparando a leggere e a scrivere solo durante il servizio militare. Durante la prima guerra mondiale subì un operazione alla gamba che lo lasciò per sempre claudicante. Questo handicap lo portò a dedicarsi completamente …

Leggi tutto

Ascoli Satriano tra liti di taverne

La taverna, difatti, assolveva il compito di fornire ristoro alle persone e sosta agli animali, oltre ad essere una specie di zona di stoccaggio per il carretto con la mercanzia. Ma la taverna non era una semplice struttura ricettiva; intorno ad essa si determinava un movimento di attività, conoscenze, affari e merci. Erano dei veri centri di produzione di ricchezza. …

Leggi tutto

Una storia d’amore nel Gargano: la leggenda del ponte di cuoio

Il luogo è ricordato anche con il nome di Castelsaraceno, poiché si stanziarono sul luogo contingenti saraceni in fuga da Bari, quando la città pugliese, nell’871, venne sottratta al dominio dei mori dall’imperatore Ludovico II. Questo luogo è legato strettamente al sentimento dell’amore. Che vuol dire amore? L’amore è un sentimento intenso e totalizzante verso una persona. E’ una sensazione …

Leggi tutto

Prosegue il magico viaggio ungarettiano in terra Dauna

« le sue case, per le porte sormontate dalla finestra a balconcino, a questa distanza le diresti una greca che coroni il monte ». Ci troviamo a Monte Sant’Angelo, paese dell’Arcangelo Michele, che apparse in una grotta; un luogo il cui significato esoterico si perde nella notte dei tempi, affascinando Templari e Normanni. « l’apparizione garganica abbagliò tutta l’Europa. Perché …

Leggi tutto

U’ Natale (Il Natale)

All’ora di pranzo l’odore tipico di fritto delle pettole (pallottole di pasta lievitata fritte nell’olio bollente), che fuoriesce dalle case e che impregna gli abiti della gente, da inizio alla “veggilije” (vigilia) di Natale a Foggia. Tutti in giro per le strade e i negozi della città per gli ultimi regali prima di riunirsi, di solito, intorno alle 19.00 a …

Leggi tutto

L’inizio dell’ungarettiano viaggio in terra Dauna

Infatti, nelle prose daune ci sono rapporti dialettici evidenti tra prosa e poesia, tra il racconto di viaggio e l’invenzione fantastica, tra i motivi paesaggistici e gli elementi vitali dell’aridità e dell’umidità, del sole e dell’acqua, del deserto e della terra feconda (Grassi, 2006). Il percorso inizia da Foggia (con la prima prosa Il Tavoliere), passa per il promontorio Garganico …

Leggi tutto

Il principe di San Severo: la luce oscura dell’eterna leggenda

Tra queste spicca, sicuramente, il personaggio più controverso del settecento italiano, attorno al quale sono state costruite leggende che ne hanno screditato l’immagine:Raimondo Di Sangro. Raimondo Di Sangro, ottavo Duca di Torremaggiore e settimo Principe di San Severo, nasce a Torremaggiore nel 1710 da Antonio Di Sangro e Cecilia Gaetani dell’Aquila d’Aragona dei duchi di Laurenzana. Si distinse per il …

Leggi tutto

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi