martedì , 26 settembre 2017
Ultimi articoli
Home » Notizie » Attenzione a Mercurio

Attenzione a Mercurio

 

Almeno secondo la simulazione al computer realizzata dai ricercatori dell’Osservatorio di Parigi, i cui risultati sono stati pubblicati su Nature. Nel condurre tale simulazione sono state prese in esame le più piccole variazioni di orbita che possono subire i pianeti nei prossimi milioni o prossimi miliardi di anni.

I risultati emersi hanno evidenziato che una serie di fenomeni astrali potrebbero causare l’allungamento dell’asse maggiore dell’orbita di Mercurio che andrebbe a intersecare l’orbita di Venere. A quel punto l’orbita di Mercurio verrebbe alterata e il pianeta potrebbe essere eiettato fuori dal sistema solare o essere inghiottito dal Sole o, ancora, essere proiettato verso la Terra con la quale arriverebbe a scontrarsi.

Gli autori della ricerca, Jacques Laskar e Mickael Gastineau, hanno simulato ben 2.501 scenari del nostro sistema solare e hanno visto come nel 25 per cento dei casi sarebbe Mercurio il pianeta più esposto ad una profonda modifica della sua orbita. Laskar ha spiegato: “Da questa simulazione, ciò che risulta più sorprendete è il fatto che l’alterazione dell’orbita di Mercurio può influenzare anche quelle di Venere e della Terra. La causa di tutto ciò è da ricercare nel pianeta Giove, il quale con la sua enorme massa ha un’influenza gravitazionale notevole sull’orbita del piccolo pianeta vicino al Sole“.

http://magazine.excite.it/news/21278/Mercurio-responsabile-della-catostrofe-planetaria

Leggi anche

Contest per disegnatori su sceneggiature di Marco Rincione

CONTEST  SHOWER SHOW – Novembre 2016 Il contest per disegnatori Shower Show è nato da …

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi